Rocco Brindisi, Trivigno 1860 – Boston 1936

“Il fine, al quale, a mio giudizio, dovrebbe tendere l’opera di amalgamazione, non deve essere quello di comprimere, deformandola ed impedendone la libera estrinsecazione, l’anima emigrata in un modello creato dalla paura e dall’autosufficienza dei custodi del sacro fuoco puritano. Deve essere invece lievito di assimilazione spontanea, che, in cambio di sopprimere o mutilare le qualità originarie, le conservi e le sviluppi in armonia con tutte le altre energie nazionali.”

Vai all'archivio >>
Rocco Brindisi, originario di Trivigno, console a Boston
 
Lettere
 
 
Discorsi
 
 
Giornali
 
 
Attestati
 

Racimoli

Fiore di lino:
Tempo è che ogni assetato americano dia il ben tornato al generoso vino
Fiore di pero:
Una bottiglia o due di quello puro
serve a dare lo sfratto all’umor nero